fbpx

Può un neofita progettare un circuito stampato in 6 giorni usando strumenti completamente gratuiti?”

Messaggio per maker, studenti, neo-appassionati di elettronica.

Dal laboratorio di Gabriele Marocco

Segui con attenzione l’esperienza del mio amico Alberto che è riuscito, partendo da zero, a progettare uno shield per la scheda Arduino Uno in 6 giorni.

Una piccola nota di servizio prima di proseguire. In questo articolo utilizzerò sia il temine circuito stampato sia l’equivalente acronimo inglese “PCB” che significa Printed Circuit Board

Alberto è un grande appassionato di elettronica circuitale: gli brillano gli occhi quando vede un LED lampeggiare o un altoparlante emettere suoni.

Lo scorso anno, però, stava per lasciare la sua grande passione.

Perché?

Aveva appena passato un’altra notte a pensare al suo nuovo circuito realizzato su breadboard: un interruttore crepuscolare realizzato con componenti discreti.

Questo circuito come tanti altri, non si è comportato come da manuale. Per di più stava per prendere fuoco se non spegneva immediatamente l’alimentatore.

Per renderti l’idea la sua breadboard era simile all’immagine qui sotto. Assomigliava a una ragnatela di fili in cui è molto difficile rintracciare un errore.

Dopo diverse ore trascorse a ripensare a quella maledetta breadboard, quasi all’alba piomba in un sonno così profondo che non gli permette di sentire la sveglia e lo fa arrivare in ritardo a un importante incontro di lavoro.

Alberto è un bravo operaio meccanico e quel giorno veniva presentato un progetto decisivo per l’azienda in cui lavora.

Quando è ritornato a casa, ha ripensato a tutto quello che gli è successo e si è detto: “ Sto perdendo molto tempo e spendendo molti soldi in progetti che non riesco a far funzionare. Inoltre al lavoro non riesco più a concentrarmi come vorrei e arrivo in azienda sempre più tardi. Ci deve essere un modo più efficace per realizzare circuiti elettronici. Se vado avanti così,  devo lasciare la mia grande passione altrimenti rischio di fare molti danni  che non riguardano solo i miei progetti elettronici…”

Alberto, infatti, non credeva più di poter realizzare circuiti funzionanti.

Nei giorni successivi, ha guardato alcuni video su Youtube e si è chiesto: “vuoi vedere che per realizzare un circuito completamente funzionante devo abbandonare le breadboard e imparare a progettare un circuito stampato?”

Però, era timoroso nell’avventurarsi dentro quello che definisco “ l’autostrada dell’elettronica” Infatti pensava: “Progettare PCB per me è complicato in quanto non ho frequentato una scuola tecnica. Dove trovo le informazioni? Su Youtube ci sono diversi video ma sono quasi tutti in Inglese e faccio molta fatica a capirli”.

La settimana seguente ha visto altri video tutorial barcamenandosi tra sottotitoli in Italiano e Google Translator.

Dopo aver studiato questi contenuti, ha deciso di progettare il suo primo circuito stampato: un temporizzatore per le luci di casa.

Il primo progetto del circuito stampato non è stato certo una passeggiata. Nonostante questo, però, tre settimane dopo Alberto è pronto per inviare i file che ha generato a un produttore di circuiti stampati.

Quando ha ricevuto il suo primo PCB, era eccitato come un bambino che scarta un regalo di Natale.

Monta i componenti e lo prova. Ancora una volta però il circuito non funziona. Riguarda quello che ha realizzato ma non capisce dove ha sbagliato.

Questa volta però non si intestardisce a ricontrollare il circuito e lascia depositare la delusione in attesa che gli si accenda una lampadina nel cervello.

Alcuni giorni dopo, ci vediamo per una cena con altri amici e mi accenna ai suoi grattacapi elettronici. Gli propongo allora di incontrarci per capire dove ha sbagliato.

Così noto che due errori:

  • Alcune tracce non erano adeguatamente dimensionate
  • Per di più alcuni componenti non erano collegati: alla fine del progetto, infatti, il mio amico non ha utilizzato un’importante funzione presente in tutti i CAD.

Quando si è accorto di questo, Alberto si è mangiato le mani e ha esclamato “I diversi video tutorial che ho visto non hanno nominato questa funzione!”

Alla fine della chiacchierata Alberto mi propone: “Perché non realizzi tu dei tutorial passo-passo in modo da avere una mappa chiara di come progettare un circuito stampato? In questo modo anche chi parte da zero eviterebbe errori davvero banali ”

Un po’ titubante accetto e incomincio a preparare i tutorial.

Una volta pronti tutti i materiali, gli chiedo un parere.Alberto studia i materiali e dopo  alcune settimane mi chiama entusiasta e dice: “ Grazie ai tuoi tutorial sono riuscito a progettare lo shield per la scheda Arduino in 6 giorni. Mi è già arrivato il PCB, ho montato i componenti e funziona perfettamente Grazie molte!”

Alberto è diventato sempre più esperto nel progettare circuiti stampati.

Adesso, quando vuole realizzare un nuovo circuito, incomincia subito a progettare un circuito stampato.

I circuiti che realizza sono generalmente funzionanti al primo colpo. Le poche volte in cui sbaglia, con alcune correzioni manuali, riesce ad aggiustare gli errori e così non deve buttare via tutto il circuito stampato.

Vedendo sempre più circuiti funzionare, Alberto è sicuro di sé ed è ritornato un appassionato di elettronica.

Cosa puoi imparare da Alberto?

❌ Breadboard e basette millefori servono per costruire circuiti semplici (con al massimo 10-12 componenti) che puoi realizzare in pochi minuti. Non sono però adatte a realizzare circuiti di media complessità. Perché questo? Prima di tutto perché un filo può non fare bene contatto con un foro della breadboard e così il tuo circuito non funziona correttamente.

❌ Ci potrebbero essere dei disturbi nei segnali dato che i percorsi non sono ottimizzati e non è presente un’importante elemento che solo i circuiti stampati possono avere. Questi disturbi sono molto difficili da identificare se non vengono condotte opportune analisi con uno strumento chiamato oscilloscopio.

❌ I circuiti con breadboard e basette millefori sono difficili da controllare in caso di malfunzionamento. Molto spesso questi circuiti assomigliano a delle ragnatele in cui risulta difficile riconoscere il percorso dei singoli fili. In caso di errore devi prendere un multimetro, impostarlo sulla funzione di continuità elettrica, armarti di una buona dose di pazienza e ripercorrere tutti i collegamenti alla disperata ricerca di un errore.

 ✅  Un circuito stampato risolve gli aspetti negativi presenti in breadboard e basette millefori. In particolare: un circuito stampato se è stato progettato bene e se le saldature sono state eseguite seguendo determinate regole, è affidabile nel tempo. Inoltre, in caso di errore puoi visualizzare sul CAD il percorso di un determinato segnale e non devi impazzire con il multimetro a ripercorrere tutti i collegamenti.

✅Se stai partendo da zero, non ti basta guardare qualche tutorial su Youtube. Ce ne sono alcuni in lingua inglese ben fatti. Però, sono informazioni sparpagliate. Penso che, semplicemente guardando un video uno dopo l’altro, sia davvero difficile costruire una mappa chiara di come progettare un circuito stampato funzionante al primo colpo.

Ti faccio i complimenti per essere ancora qui. Forse ti starai chiedendo:

“Ma perché dovrei ascoltarti?”

Sono Gabriele Marocco.

Sono appassionato di elettronica circuitale proprio come te.

Da undici anni lavoro nel settore elettronico come progettista hardware.

A ottobre 2020 ho ottenuto la certificazione IPC CID (Certified interconnect Designer). L’IPC è un ente che regola gli aspetti di progettazione, produzione e saldatura di un circuito stampato.

Shield_ArduinoUno_autoprogettato

Agli inizi, quando non conoscevo il mondo dei circuiti stampati, diverse volte ho sbattuto la testa con circuiti non funzionanti. 

Quando andava bene, impiegavo diverse ore prima di trovare il punto critico. Se andava male, dovevo ricominciare dall’inizio a creare il circuito e mi dicevo “Ah, se solo sapessi costruire un circuito funzionante al primo colpo!” Quando ho preso confidenza nella progettazione di circuiti stampati, la situazione è molto migliorata. 

Non ti nascondo che realizzare circuiti elettronici e nello specifico progettare PCB non è sempre una passeggiata. 

Adesso, dopo aver realizzato 32 circuiti (di diversa complessità) , i momenti di frustrazione dovuti a comportamenti anomali sono sempre di meno.

D’accordo, Gabriele. Ma come posso imparare a progettare un circuito stampato?

Potresti cercare tutorial su Youtube per capire come realizzare ogni singolo passo.

Prima che tu lo faccia, ti avverto che trovi diversi contenuti. Alcuni di questi sono frammentari e inesatti.  Se fai una ricerca approfondita, scopri che le informazioni più valide sono in lingua inglese…  

Supponiamo che tu sappia perfettamente l’inglese. Chi ti garantisce che quelle informazioni sono corrette? Devi prima applicarle per scoprire se funzionano. Questo ti porta a spendere ulteriore tempo prezioso…

Se non sai l’inglese perdi ancora più tempo: per ogni termine che non sai o che non capisci devi copiare la parola presente nei sottotitoli di Youtube  e incollarla in qualche traduttore on-line. Questo ti porta a perdere il focus del discorso.  Inoltre in molti video ci sono slang molto difficili da tradurre.

E quindi dove posso trovare queste informazioni?

  Nella prima parte di questo articolo hai visto che Alberto mi ha proposto di realizzare una serie di tutorial per aiutare chi sta partendo da zero a progettare un circuito stampato.

Inizialmente erano solo privati. Poi Alberto mi ha convinto a divulgarli.

I tutorial comprendono cinque passi che vengono applicati in tutti i progetti: sia quando viene progettato un circuito stampato semplice utilizzando software gratuiti, sia quando si lavora su un circuito stampato estremamente complesso utilizzando costosi software professionali.

 Creazione delle librerie. In questo step andiamo a creare i simboli circuitali e i footprint dei componenti che utilizzeremo nel progetto.  Un footprint contiene la disposizione delle pad su cui poi si andrà ad effettuare la saldatura e l’ingombro del componente. Si stanno diffondendo database online gratuiti dove puoi scaricare diversi simboli e footprint di componenti. Questi database non comprendono però tutti i componenti. Devi essere preparato a questa situazione e saper creare tu simboli e footrpint a partire dalle informazioni che il datasheet del componente fornisce.

 Realizzazione dello schema circuitale. Disegnare uno schema circuitale chiaro e corretto è molto importante per realizzare un circuito funzionante e riproducibile. Diverse volte mi capita di vedere schemi difficili da leggere. Non deve essere così.

  Step meccanico. In questo step andremo a definire le dimensioni del PCB, posizioneremo i fori di fissaggio, e infine posizioneremo i componenti. Non trascurare questo step se vuoi evitare di dover rifare una parte del tuo lavoro.

   Sbroglio del circuito. Per sbrogliare un circuito non ti basta tracciare segmenti a caso senza delle regole. Non ti basta premere il magico bottone dell’autorouter (questo “permette” lo sbroglio automatico del circuito) e sperare che il circuito stampato sia perfetto e privo di disturbi…

  Generazione dei file gerber. I file Gerber sono i file (generati in un formato indipendente dal CAD che utilizzi) che poi manderai alla società che produrrà il circuito  stampato. Una volta generati i file gerber, ricordati di controllare il tutto con un visualizzatore di file gerber. 

Proprio per aiutarti a progettare in modo rapido circuiti che sono funzionanti, ho raggruppato questi step nel percorso di PCB Semplice, un percorso quasi fatto apposta per te

corso progettazione circuiti stampati

PCB Semplice è un percorso completamente online dove scoprirai passo-passo come progettare uno shield per la scheda Arduino Uno anche se il mondo dei circuiti stampati per te è completamente sconosciuto. Se non sei pratico del mondo di Arduino, uno shield è una scheda che si collega sopra alla scheda principale e serve per valutare in modo rapido alcune funzioni della scheda sottostante.

 

 Se sei costante, puoi progettare lo shield per la scheda Arduino Uno  in 6 giorni.  Ad esempio per progettare lo shield, puoi dividere il lavoro in questo modo:

Il primo giorno crei le librerie dei componenti;
Il secondo realizzi lo schema circuitale
Il terzo definisci le proprietà del PCB e posizioni i componenti;
Il quarto e il quinto sbrogli il circuito.
Il sesto controlli quanto hai fatto, generi i file gerber e prepari la documentazione del progetto.  
 
PCB Semplice si basa sul Software DesignSpark PCB che è completamente gratuito. 
PCB Semplice non è soltanto un tutorial su DesignSpark: quello che importa è che tu capisca il flusso di progettazione di un circuito stampato.
Infatti, se in futuro deciderai di utilizzare un altro software, non ti sentirai completamente spaesato.
I comandi magari saranno un po’ diversi, ma il flusso di progettazione rimane lo stesso.
Come è strutturato il percorso di PCB Semplice?

Ecco cosa scoprirai nel dettaglio all’interno del percorso:

 Come creare un simbolo e un footprint in DesignSpark a partire dalle informazioni presenti nel datasheet del componente

Come importare simboli e footprint direttamente in DesignSpark utilizzando un database online di librerie

9 regole per realizzare uno schema circuitale chiaro evitando di tralasciare alcune connessioni.

Quali operazioni devi fare prima dopo aver completato lo schema circuitale e prima di sbrogliare il circuito (se realizzi tutte queste operazioni poi non devi rifare una parte di lavoro).

Come sbrogliare un circuito con un approccio diverso a seconda dei vari segnali presenti

Come sbrogliare la net GND (per questa net devi utilizzare un approccio diverso rispetto alle altre altrimenti perdi un vantaggio importante di un circuito stampato…)

Quattro modi per sbrogliare le net di alimentazione. Il corretto dimensionamento di queste net è cruciale per evitare surriscaldamenti o peggio ancora rotture delle piste

Come generare i file gerber e come creare la documentazione finale del progetto

Quali sono i passi da realizzare per far montare in modo automatico i componenti SMD presenti nel circuito

Primo Regalo. Guida pratica sui principali package dei componenti elettronici.  Non troverai solo un elenco di package ma una divisione in famiglie di componenti. Sapendo i vantaggi e gli svantaggi di ogni famiglia, sarai in grado di valutare quale tipologia usare nel tuo progetto.

Secondo Regalo. Come impostare un circuito stampato multilayer

I circuiti stampati multilayer contengono 4 o più layer di rame. In ambito industriale le strutture a 4 o a 6 layer sono preferite rispetto a PCB a 2 layer per le migliori proprietà legate alla compatibilità elettromagnetica. Se ti devi interfacciare con realtà industriali o se in futuro vorrai lavorare in ambito elettronico devi conoscere queste strutture. 

Terzo regalo. Aspetti termici nei circuiti stampati. E’ molto importante stimare la temperatura che raggiungerà la tua scheda elettronica dopo un certo periodo di funzionamento. Un consistente aumento della temperatura può portare danni temporanei (il circuito smette di funzionare correttamente fino a quando la temperatura non scende) o danni permanenti ad alcuni componenti.

  Quarto regalo regalo (dal valore di 20€): attestato di completamento del corso. Per ottenere l’attestato non è sufficiente che tu guardi tutti i video del corso, ma devi anche “sporcarti le mani”. Cosa significa? Significa che dovrai progettare lo shield per la scheda Arduino e poi dovrai inviare i file gerber per email all’indirizzo che ti indicherò  come se dovessi far produrre il circuito stampato progettato. Controllerò personalmente i file gerber e ti indicherò per email eventuali punti da correggere, da migliorare. 

Adesso… Lascia che ti ponga una semplicissima domanda

 Quanto vale per te tutto questo? 

 Quanto vale per te saper progettare un circuito funzionante senza dover incrociare le dita quando colleghi l’alimentatore e fai le prime prove?

 Se sei stato completamente onesto, scommetto che hai pensato: ” 200€ è un investimento completamente ragionevole per imparare come progettare un circuito stampato”. 

In effetti a questo prezzo puoi trovare  corsi in aula che fanno riferimento a CAD gratuiti . Inoltre, i corsi in aula basati su CAD professionali a pagamento costano circa 1000€. Il principale difetto dei corsi in aula è che se non sei stato perfettamente al passo con l’istruttore, recuperare con calma a casa i pezzi che ti sei perso è un’impresa molto difficile quasi come scalare una montagna se non sei allenato.

Ritorniamo al percorso di PCB Semplice. Non voglio che il prezzo sia un ostacolo e che ti impedisca di imparare come progettare un circuito stampato. 

Puoi accedere ai contenuti del corso e a un gruppo Facebook riservato agli studenti del corso per 50€ (poco più di un caffè al giorno per un mese). Se desideri anche una revisione personalizzata del progetto creato con il corso e successivamente un attestato di completamento del corso, il prezzo diventa 70€.

Perchè questo?  Da una parte non voglio dare l’attestato di completamento del  corso a chi guarda solo i video magari facendo altro. Dall’altra, la revisione dei file gerber è una consulenza personalizzata: richiede un po’ di tempo (non è un’operazione istantanea).

Riepilogando, il percorso di PCB Semplice ti permette di acquisire tutte le conoscenze per progettare circuiti stampati di media complessità a 2 e a 4 layer.

Queste due tipologie di PCB permettono di realizzare circuiti di media complessità come sensori, controlli di automazione, carica batteria. Si tratta di una tipologia di circuiti che viene comunemente progettata in ambito industriale. 

Chiaramente per diventare davvero esperto nella progettazione di PCB a 2 e a 4 layer non ti basta guardare alcuni video. Con i video acquisisci solo le conoscenze. Devi poi sporcarti le mani e fare MOLTA, MOLTA PRATICA. 

Come vuoi procedere adesso? 

Prima di realizzare un altro circuito non funzionante, seleziona il pacchetto che preferisci e clicca il corrispondente pulsante verde. Verrai indirizzato a una pagina di pagamento in cui puoi utilizzare il tuo conto Paypal oppure inserire i dati di una carta di credito o di una carta prepagata. 

Per difficoltà nel pagamento utilizza la chat oppure scrivi un email a info@pcbsemplice.com 

Versione base

✅ Accesso illimitato ai contenuti presenti nell’area riservata
✅ Gruppo Facebook riservato con la possibilità di fare domande.
❌ Analisi personalizzata del progetto sviluppato
❌ Certificato di completamento del corso

Versione deluxe certificata

✅ Accesso illimitato ai contenuti presenti nell'area riservata
✅ Gruppo Facebook riservato con la possibilità di fare domande
✅ Analisi personalizzata del progetto sviluppato

✅Certificato di completamento del corso

Vuoi confrontarti per telefono se il corso fa al caso tuo?                                 
Prenota una chiamata di 15 minuti cliccando sul pulsante qui sotto

Dicono di noi

“Ho seguito il corso PCB Semplice poiché mi interessava realizzare da zero una board per il mondo Arduino. Il corso risulta essere molto interessante e lo consiglio vivamente a tutti poiché Gabriele spiega molto bene ed è molto attento ai dettagli, niente è lasciato al caso. Ti segue passo passo dall’inizio fino alla fine toccando argomenti interessanti come i piani di massa, gli step necessari per il montaggio automatico dei componenti e la pannelizzazione fino ad arrivare a lezioni di approfondimento sui condensatori di disaccoppiamento, sui package dei componenti elettronici e sui vias. Consiglio a tutti quelli che vogliono avvicinarsi al mondo dei PCB di acquistare questo corso! “  Massimiliano Elico
 
Massimiliano ha sviluppato il progetto dello shield non usando DesignSpark PCB ma Kicad. Questo significa che il corso è adatto anche a chi vuole utilizzare un CAD diverso da DesignSpark PCB. Sicuramente alcuni comandi cambieranno ma il flusso di progettazione rimane invariato.
Queste due immagini sono dei rendering 3D dello shield progettato da Massimilano usando Kicad.

 

rendering Shiield Arduino TOP 

 

 

Da poco mi sono avvicinato al mondo di Arduino. Ma da subito mi sono reso conto che volendo convertire i propri prototipi su breadboard in progetti definitivi e stabili la via migliore è il successivo sviluppo della PCB relativa. È qui che nascono i problemi perché il materiale su internet è tanto, frammentato, incompleto e in ultimo, anche se non è un vero problema, in inglese. Ho perso tantissimo tempo senza concludere nulla. Non sono nozioni che si possono apprendere fai da te come io per primo ho fatto per Arduino. Già solo i software sono di loro complessi e pieni di funzionalità non immediate, mancando le basi.

 Il corso PCB semplice ha per me segnato la svolta. Seguendolo ho compreso ancor di più le enormi potenzialità della progettazione PCB. Il corso di Gabriele Marocco è strutturato con piacevole precisione, dovizia di particolari (utili) ma ancor più, fornisce le informazioni necessarie per potersi avviare alla progettazione. E tutto questo viene fatto attraverso lo sviluppo di un progetto pratico. E la soddisfazione alla fine del corso è stata per me davvero tanta. Peraltro, il corso si sviluppa utilizzando DesignSpark ma alla fine le informazioni apprese sono applicabili a qualsiasi altro software.

 La gentilezza e la disponibilità di Gabriele, alla fine, completano il tutto. Il mio consiglio per chi fosse interessato al mondo dei PCB e volesse trovare un unico, chiaro e preciso riferimento, è di seguire il corso PCB semplice che ritengo valga molto di più di quanto non sia il suo costo attuale. A Gabriele il mio grazie per aver reso abbordabile il mondo dei PCB.” Aurelio Lo Buglio

Tranquillo, non rischi niente. Sei coperto dalla garanzia “Progettazione facile”

Di che cosa si tratta?
Per me è importante che tu  con  questo percorso riesca a progettare un circuito stampato relativamente semplice.
Per questo motivo se ENTRO 60 GIORNI DALL’ACQUISTO mi dimostrerai che non sei riuscito a progettare lo shield Arduino pur avendo studiato il contenuto del percorso, io ti restituirò tutta la somma che avevi investito. Lascerò comunque attivo il tuo account nell’area riservata del corso come segno di gratitudine per aver dato fiducia al progetto di PCB Semplice
Come vuoi procedere adesso?  
Riepilogando, hai due possibilitàPuoi continuare a guardare contenuti gratuiti, correndo il rischio di applicare quanto hai visto e poi di ordinare qualche circuito stampato che è sbagliato… oppure puoi entrare in PCB Semplice e avere una chiara mappa di come progettare un circuito stampato.
In questo modo eviti errori che probabilmente di costringerebbero a buttare via la scheda che hai realizzato.

Vuoi vedere un’anteprima del corso?

 Nel video che vedi qui sotto, scoprirai come realizzare e posizionare i fiducial marker (sono geometrie necessarie per allineare il PCB con i riferimenti delle macchine pick-and-place che posizionano in automatico i componenti SMD)

Cosa devi fare per accedere a PCB Semplice?

   Step 1. Premi il pulsante verde qui in basso.
  Step 2. Fai login al tuo conto Paypal oppure se non hai un conto Paypal (è comunque gratuito aprirne uno) puoi pagare con una carta di credito. 
 Step 3. Una volta effettuato il pagamento, si aprirà una pagina di accesso. Su questa pagina devi fare click sul pulsante “Fai login per accedere” e successivamente premi il pulsante “Registrati”.
   Step 4. Inserisci il nome utente, la tua email e la password che vuoi utilizzare per accedere.
   Step 5. Una volta effettuato il login, fai click sul pulsante “Inizia questo corso”.
   Step 6. Controlla la tua casella email perchè riceverai un’email di benvenuto con gli step che devi fare per iniziare questo percorso. 


Versione base

✅ Accesso illimitato ai contenuti presenti nell'area riservata
✅ Gruppo Facebook riservato con la possibilità di fare domande.
❌ Analisi personalizzata del progetto sviluppato
❌ Certificato di completamento del corso

Versione deluxe certificata

✅ Accesso illimitato ai contenuti presenti nell'area riservata
✅ Gruppo Facebook riservato con la possibilità di fare domande
✅ Analisi personalizzata del progetto sviluppato

✅Certificato di completamento del corso

Vuoi confrontarti per telefono se il corso fa al caso tuo?                                 
Prenota una chiamata di 15 minuti cliccando sul pulsante qui sotto

Di seguito trovi le risposte alle domande più comuni che mi vengono poste…

Perché devo imparare a progettare un circuito stampato? Mi trovo così bene con breadboard e basette millefori.
Breadboard e basette millefori sono ottimi strumenti per realizzare prototipi di circuiti. Per realizzare qualcosa di più stabile nel tempo e facilmente replicabile, devi progettare un circuito stampato.
 Perché devo imparare a sbrogliare manualmente un circuito? Esiste un fantastico strumento chiamato autorouter.
Ti consiglio di usare questo strumento per sbrogliare porzioni (non critiche) di circuito e non tutto il circuito. Sbrogliando tutto il circuito con l’autorouter, puoi trovarti porzioni di net non collegate o percorsi non ottimizzati che possono provocare disturbi tra segnali.
 Perché devo investire in un corso quando uso strumenti gratuiti per la progettazione? Su Youtube esistono diversi videotutorial in lingua inglese…
I video tutorial sono ben fatti ma non hai una mappa chiara di quali step sono necessari per la progettazione e soprattutto non sai perché li si deve compiere in un certo ordine.
 Sono necessarie particolari competenze per iniziare il corso?
No, il corso è spiegato passo-passo ed è adatto anche se non hai una particolare esperienza nell’elettronica. Ti può aiutare aver già fatto alcuni esperimenti con i principali componenti (resistenze, condesatori, diodi, transistor)
 In passato ho visto vendere corsi in aula su questo argomento. E’ efficace un percorso online?
I corsi in aula sono sicuramente validi. Però, in genere durano un giorno e devi stare al passo con l’istruttore. Entrando in PCB Semplice, potrai guardare i video quando sei più comodo (di giorno o di notte) e mettere in pausa i video quante volte vuoi. Inoltre, esiste un gruppo Facebook privato riservato solo agli studenti di PCB semplice: serve a fare le domande che chiederesti in aula all’istruttore del corso   
Voglio usare altri software. Mi consigli lo stesso questo percorso?
  Il percorso di PCB Semplice non vuole essere solo un tutorial sul CAD ma vuole darti una mappa completa di come progettare un circuito stampato di media complessità. Certo, faremo molto riferimento ai comandi di uno specifico CAD. Puoi scegliere, però, di ritrovare gli stessi comandi in un altro software. Uno studente del percorso, ad esempio ha sviluppato il progetto utilizzando Kicad.
   Per imparare come progettare un circuito stampato è sufficiente utilizzare CAD gratuiti? Devo investire in software a pagamento? 
  Tranquillo. Per imparare come progettare circuiti stampati, vanno benissimo i CAD gratuiti (DesignSpark PCB e Kicad sono due di questi). Probabilmente hai sentito parlare di software a pagamento utilizzati negli ambienti professionali, nelle aziende. Questi software hanno funzionalità avanzate come la possibilità di realizzare database di componenti oppure hanno strumenti e controlli per sbrogliare circuiti ad alta frequenza. Se non hai mai progettato un circuito stampato, hai bisogno prima di tutto di diventare familiare nel progettare circuiti prima a 2 e poi a 4 layer. Per questo sono più che sufficienti i CAD gratuiti. Solo in un   secondo   momento, potrai iniziare a progettare circuiti più complessi e usare CAD a pagamento.
 Nel corso imparo anche come realizzare nel mio laboratorio o in casa mia un circuito stampato?
  No. Nel corso viene fornita una mappa chiara su come progettare un circuito stampato. Ti sconsiglio di realizzare fisicamente un PCB prima di tutto perchè devi gestire acidi corrosivi e difficili da smaltire. Inoltre, facendo una breve ricerca, trovi diverse società che praticano prezzi accessibili per la realizzazione di prototipi. Chiaramente, dipende dall’urgenza con cui vuoi avere disponibili i circuiti stampati: in tre/quattro settimane puoi ricevere 10 PCB a 2 layer con dimensioni massime di 100x100mm a poco più di 10€ inclusi i costi di trasporto. Infine, se vuoi lavorare in ambito elettronico, devi avere familiarità con i processi che vengono usati. Tutte le società (sia quelle più piccole che quelle più importanti) consegnano i file finali di produzione a una ditta esterna che si occupa di realizzare fisicamente il circuito stampato.
Ho già progettato alcuni PCB: questo corso fa per me?
Se hai già una mappa chiara di come progettare un circuito stampato, allora il corso NON fa per te. Nel corso vedremo solo alcuni accenni ad argomenti avanzati come la progettazione di circuiti stampati multilayer (a 4 o a 6 layer). Se, invece, non ti senti così sicuro nella progettazione di un circuito stampato allora sei il benvenuto in PCB Semplice.
PS. Con PCB Semplice avrai a tua disposizione tutta la cassetta degli attrezzi per progettare circuiti stampati a 2 e a 4 layer. Saper progettare un circuito stampato è un importante ingrediente per realizzare circuiti funzionanti e stabili nel tempo.
                                    Buona progettazione.   

 

 

 

      Cookie Policy         Privacy Policy Policy     PCB SEMPLICE     CF:MRCGRL83A01G535T